L’importanza della musica nella vita quotidiana è sotto gli occhi di tutti; l’energia che questa può donare è infinita. Energia fondamentale per affrontare la giornata o un determinato stato d’animo, motivo per cui molti sono incentivati nel cominciare a suonare uno strumento musicale o, ancora meglio, incentivare i propri bambini a far parte del bellissimo mondo delle note musicali.

Uno dei piu grandi punti a favore del suonare uno strumento musicale è il miglioramento della propria salute: la musica è un alleato molto forte per combattere depressione e stati ansiosi causati da stress. Mentre si suona uno strumento musicale, si è molto concentrati su ciò che si sta facendo, portando il bambino o qualunque musicista in uno stato di semi coscienza che lo aiuta nello stare sereno.

Quando si osserva un saggio di musica oppure un concerto di una grande orchestra, spesso ci si focalizza sui volti concentrati dei musicisti e sulla loro capacità di leggere lo spartito. Questi hanno una velocità di lettura superiore alla media, grazie proprio al loro continuo allenarsi a leggere le note musicali sullo spartito. Evidente, quindi, che un bambino che si avvicina al mondo della musica e dei suoi strumenti, con il tempo acquisisca una capacità di lettura superiore ai suoi coetanei, che lo pone su un livello più alto rispetto alla media.

Oltre al miglioramento nella lettura e l’incremento della velocità nel leggere, suonare uno strumento musicale può migliorare considerevolmente le abilità in matematica del bambino. Durante l’apprendimento di teoria e spartiti musicali, il bambino dovrà applicare, anche se involontariamente, delle formule di matematica e di logica. Quando si suona uno strumento è consequenziale sviluppare alcuni schemi mentali che vanno ad influenzare l’area del cervello che è alla base del ragionamento logico-matematico.

Secondo alcuni studi, gli studenti che durante il classico percorso scolastico abbiano studiato anche uno strumento musicale, raggiungono risultati migliori in matematica rispetto a coloro che non seguono nessun corso per l’insegnamento di strumenti musicali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *