La Synthwave (o new retro wave o dreamwave che dir si voglia) è riuscita a ricreare una versione ideale degli anni Ottanta. Singoli autori che suonano come gruppi, costruendo la loro musica integralmente al computer – si sono infatti impegnati a creare qualcosa che non esisteva (se non, appunto, nel mondo dei sogni) a partire da elementi già dati. 


Parliamo di un genere di musica elettronica influenzato dalle colonne sonore anni ottanta e dalla musica per videogiochi. Originatosi nella metà degli anni 2000, il genere si è sviluppato su varie comunità di nicchia su Internet, ottenendo grande popolarità a partire dal 2010.
Dal punto di vista musicale, la synthwave è fortemente ispirata a molti film anni ottanta, videogiochi e cartoni ma anche da compositori come John Carpenter, Vangelis e i Tangerine Dream. Il nome “outrun” deriva da Out Run, un videogioco arcade di guida del 1986, molto conosciuto per la sua colonna sonora.


Il leggendario videogioco arcade “Outrun” del 1987

Gli anni ’80 nel mondo della synthwave rappresentano un’isola felice. Allora nasceva la robotica. La tecnologia affascinava e faceva sognare come durante il primo boom della fantascienza, con una produzione eccezionale di film, serie tv e romanzi sci-fi. Questa fascinazione era supportata dalle piacevoli condizioni economiche in cui versavano le famiglie occidentali.
Ecco perché i nati negli anni ’80 hanno riscoperto gli anni ’80. I musicisti hanno tradotto l’elettronica dei 2000s in un nuovo genere, la Retrowave, chiamata anche Dreamwave in una delle sue declinazioni principali. Perché dreamwave? Perché l’immaginario evocato da quei musicisti è sognante e nostalgico, una trasposizione di quel magico decennio vista con gli occhi dei bambini di allora.


Un brano tratto dall’album “Inner Demon” dell’artista “Meteor”

Secondo il musicista Perturbator (James Kent), lo stile è soprattutto strumentale, e spesso contiene clichès tipicamente anni ottanta nel suono come ad esempio batterie elettroniche, riverberi chiusi (gated reverbs), ritmo e melodie create con sintetizzatori analogici, tutto per assomigliare a tracce di quel periodo. Tuttavia, la synthwave incorpora tecniche di produzione moderna come la produzione in sidechain e il posizionamento centrale nella traccia delle linee di basso e di batteria, come si sente oggi nella moderna musica elettronica come, ad esempio, l’electro house.


Raccolta di brani rappresentativi Synthwave

La musica Synthwave quindi, fa di tutto per ricreare con le onde sonore quell’estetica degli anni ’80 così colorata, ricca di neon e insegne brillanti. Il cinema è altrettanto una fonte importantissima di ispirazione, grazie a saghe ed eroi indimenticabili segnate da un successo strepitoso, come per esempio Star WarsE.T.Indiana JonesBatmanRitorno al FuturoRobocopRamboArma LetaleScarface e così via. I cattivi erano cattivi veri, i buoni erano omaccioni come Arnold Schwarzenegger o Kurt Russell. A tutto ciò contribuiva il fatto che la Guerra Fredda stesse volgendo al termine. Ma soprattutto, si era ancorati alla realtà e non ci si aspettava che il futuro potesse ribaltarla completamente, annullando il senso di identità e comunità degli individui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *